Le cavigliere

99
1563 0 le cavigliere_ok

Le cavigliere hanno una lunga storia alle spalle. Sono state utilizzate in molte civiltà antiche e, ancora adesso, in alcune culture, sono parte integrante del vestiario delle donne. In alcuni casi hanno significati particolari, alcune sono corredate da campanellini, ma possono anche essere indossate esclusivamente ad uso estetico. Le cavigliere sono molto simili ai braccialetti. La lunghezza media è di circa 25 centimetri. Hanno solitamente dei ciondoli e fanno risaltare molto la caviglia abbronzata in estate. Forse negli ultimi anni non sono molto in voga, mentre negli anni ’70 erano usatissime, in particolare negli Stati Uniti.In ogni caso sono degli ornamenti indubbiamente affascinanti, che ci portano a pensare a luoghi esotici e lontani. Io vi suggerisco delle cavigliere fai da te, da tener pronte per la prossima estate. Come base della cavigliera si possono usare dei fili di cuoio, dei nastri colorati o  una semplice catenina in argento. Decidete con che materiale iniziare e procuratevi, nel caso del cuoio e dei nastri colorati, una chiusura a gancio, proprio come quella dei braccialetti o delle collane. Potete prendere dei nastrini colorati, fissarli ad uno dei due ganci di chiusura e iniziare a fare una treccia. Di tanto in tanto aggiungete dei ciondoli, delle conchiglie, delle perle colorate o in legno. Procedete così fino alla lunghezza desiderata e fissate all’estremità il secondo gancetto di chiusura.Un’altra idea è quella di utilizzare dei laccetti di cuoio fine, magari di diverse tonalità. In questo caso non intrecciateli, ma su ogni filo, annodate a distanze variabili dei ciondoli e delle perle colorate. Fate attenzione a fissare con dei nodi ogni elemento, in modo che nulla possa spostarsi dalla posizione stabilita durante l’utilizzo. Con una catenina in argento, invece, fissate in alcuni anelli del filo d’argento. Create con questo dei piccoli ciondoli e infilate su di essi delle perline di piccole dimensioni. A voi la scelta dello stile!