L’Accademia Italiana di Filatelia e Storia Postale

214
1847 0 l_accademia_italiana_di_filatelia_e_storia_postale

L’Accademia Italiana di studi filatelici e numismatici venne costituita nel 1975 su iniziativa del Circolo Filatelico Numismatico Reggiano, anche se l’idea di fondare un’accademia con lo scopo di attendere a studi relativi alla filatelia e di promuoverne lo sviluppo e la diffusione risale almeno ai primi anni del ventesimo secolo.Nel 1996, dopo lo scioglimento dell’Accademia dovuto alla difficoltà di far collimare gli interessi degli appassionati di filatelia con quelli di numismatica, venne fondata l’Accademia Italiana di Filatelia e Storia Postale, che prevede anche oggi un massimo di 40 iscritti, italiani e stranieri, scelti tra i cultori di filatelia e di storia postale che particolarmente distintisi per i loro studi e la loro attività.È previsto inoltre un titolo di Accademico ad honorem senza limite di numero per personalità, enti e privati che abbiano acquisito titoli di merito e di benemerenza verso l’Accademia e, in generale, verso la filatelia e la storia postale italiana. In più sono previsti anche Accademici emeriti, nominati su proposta del Consiglio Direttivo e anch’essi senza alcun limite di numero, cioè quegli Accademici che hanno acquisito particolari meriti nei confronti dell’Accademia. L’attività dell’Accademia Italiana di Filatelia e Storia Postale fu da subito molto vivace, a partire dal convegno del 1998 sul tema “Posta e Comunicazione”, occasione anche per la presentazione del primo volume edito dall’associazione, “Posta e francobollo, una storia da collezione”. Nel 1999 venne fondata la rivista “Storie di posta”. Scopo dell’Accademia, secondo il suo statuto, è radunare gli studiosi e gli autori più capaci, seri e rappresentativi che operano nel settore della storia postale e della filatelia, con particolare riguardo per i Paesi italiani, promuovendo le iniziative utili a diffondere la conoscenza della storia postale e della filatelia in generale e in particolare dei Paesi italiani.