Imparare la filatelia da bambini

295
1799 0 imparare_la_filatelia_da_bambini

La “fama” della filatelia, invariabilmente, è quella di un hobby non particolarmente adatto ai più piccoli, vista la delicatezza degli esemplari che si maneggiano e la materia un po’ ostica per chi è ancora un bambino. In realtà una collezione di francobolli è un’eccellente hobby fin dalla più tenera età, per una lunga serie di motivi: per prima cosa, la filatelia è un efficace ausilio allo studio, ricalcando le vicende storiche degli stati che emettono i diversi valori bollati per interi secoli.Ogni francobollo è tutt’altro che “muto”, ma ha un alto valore educativo per le imprese, gli eventi storici, i personaggi, i luoghi, le opere d’arte che rappresenta, e che possono sicuramente stimolare la curiosità e aiutare ad aumentare la propria cultura generale. Inoltre i francobolli sono oggetti da maneggiare con grande cura, e una loro collezione può insegnare ad avere rispetto e riguardo degli oggetti e spingere ad applicare un’ottica sistematica e ordinata con benefici effetti anche per lo studio. Infine c’è considerare che oltre a un hobby la filatelia è anche un ottimo investimento a medio termine, non soltanto un modo per passare il tempo. Per avvicinare i più giovani a questa passione, il modo più classico è farli iniziare raccogliendo i francobolli già timbrati da lettere e cartoline, immergendo la sezione con l’esemplare in acqua tiepida e facendo asciugare il francobollo dopo avergli tolto la colla. Da qui si imparano tutte le regole fondamentali per manovrare francobolli di scarso valore senza rovinarli, la filigrana, le dentellatura eccetera. Da qui si può impostare una vera collezione, magari scegliendo se questa punterà su una nazione o un gruppo di nazioni (come l’Italia o gli stati europei limitrofi, oppure ancora mete più esotiche), su un particolare tema o su nicchie come la storia postale, interofilia e la collezione di buste primo giorno.