La posa del prato sintetico

88
1127 0 La posa del prato sintetico.JPG

Il lavoro di posa del prato sintetico non è particolarmente difficile, ma richiede molta attenzione e precisione. Se quindi non volete rivolgervi a qualche professionista, potete cimentarvi voi stessi seguendo le varie fasi.Prima di tutto il terreno su cui va posato il prato sintetico deve essere diserbato, livellato e compattato.A questo punto dovrete preparare un fondo drenante con della ghiaia fine e coprirla con dei teli di TNT geotessile, che andranno fissati al terreno con dei picchetti ad “U”.Spesso la cimosa dell’erba sintetica presenta delle slabbrature. Diventa quindi necessario rifilare i teli incidendo solo la base del fondo.Se sul terreno ci sono degli ostacoli, come ad esempio degli alberi, bisognerà sagomare i teli del prato in modo che “aggirino” l’oggetto.Posizionate quindi tutti i teli, ponendoli l’uno a fianco dell’altro perfettamente, senza lasciare spazi vuoti, ma anche senza sovrapposizioni. Una volta posizionati, ponete dei pesi, in modo che non possano muoversi.La fase successiva sarà quella dell’incollaggio. Aprite i teli nei punti di giuntura “ libro” e srotolate nello spazio creato la “banda di giunzione”. Fissatela al terreno con dei picchetti ad “U”. Preparate in un secchio l’adesivo specifico per la posa dei prati sintetici, per ogni singola giunta.Distribuite l’adesivo con una spatola sulla banda di giunzione e ripiegate su di essa i due lembi dei teli di prato sintetico facendo molta attenzione a farli combaciare perfettamente. Nell’arco di due ore, premete più volte nei punti di giuntura per far aderire bene il prato alla colla.Sappiate che, se necessario, è possibile fare delle giunte, sempre utilizzando la banda di giunzione.L’ultima parte del lavoro è lo “zavorraggio”. E’ necessario intasare la superficie del prato sintetico con della sabbia fine, in modo che questa non possa muoversi.Se non si volesse utilizzare la sabbia fine, sarà necessario ancorare comunque tutto il perimetro con delle zavorre.