I rumori in condominio

57
1328 0 i_rumori_in_condominio_ok

Uno dei principali motivi di liti condominiali è dovuto ai rumori molesti, in particolare nelle ore notturne. Molte sentenze hanno ormai stabilito che una persona che disturba abitualmente i vicini facendo esageratamente rumore può essere considerata al pari di uno stalker. Attenzione quindi a non esagerare con i rumori perché si rischia addirittura lo sfratto. Non è importante che il rumore molesto duri a lungo, ma può anche essere forte e breve per arrecare fastidio ai vicini.L’articolo 659 del Codice Penale prevede pene per “chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche, ovvero suscitando o non impedendo strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone”. Per configurare il reato di disturbo delle occupazioni e del riposo è sufficiente che si lamenti una sola persona del condominio e basta che i rumori incriminati abbiano determinato una situazione tale da dare disturbo a più soggetti. Nel caso i rumori molesti disturbino soltanto gli occupanti di un appartamento, il reato non è più penale ma è perseguibile soltanto civilmente.Bisogna tuttavia segnalare che se i rumori non sono ripetuti costantemente, ma il disturbo è soltanto saltuario, rimane difficile provare “l’insopportabilità”. La miglior cosa per risolvere il problema è tentare una comunicazione diretta con il vicino. Soltanto in un secondo tempo si può pensare di informare l’amministratore e l’autorità giudiziaria. E’ necessario porre molta attenzione alle attività quotidiane, ai più disparati lavori che possono provocare rumore, dalle pulizie ai lavoro di bricolage, all’uso di lavatrici non troppo silenziose, al volume della televisione o della radio, ma anche a telefonate.I proprietari di animali domestici devono premurarsi che questi non disturbino la quiete condominiale.Anche dei semplici lavori di giardinaggio sul terrazzo possono provocare rumori molesti. Se pare difficile svolgere questa attività nel cuore della notte, è meglio evitare anche la mattina presto o le ore immediatamente dopo l’ora di pranzo, poiché molte persone le dedicano al riposo.