Ciliegio nano

218
1129 0 Ciliegio nano.JPG

Se non disponete di un vero e proprio giardino ma desiderate coltivare un ciliegio, potete farlo anche su un balcone o un terrazzo. Esistono particolari specie “nane” adatte alla coltivazione in vaso.Il ciliegio nano si può trovare a radice nuda o già in vaso. Se a radice nuda dovrete trapiantare immediatamente la pianta in un vaso grande, di almeno 50 centimetri di altezza e 50 centimetri di diametro. Quest’operazione va effettuata tra novembre e febbraio, evitando le giornate particolarmente fredde, che potrebbero dare problemi alle radici.Nel primo periodo della primavera, invece, troverete delle piante di ciliegio nano già in vaso. Verificate sempre la grandezza del vaso e considerate che il più delle volte queste piante sono fornite in vasi piccoli e sarà pertanto necessario trapiantarle in un contenitore delle giuste dimensioni.Il ciliegio nano predilige un clima fresco. Il periodo di fioritura è il mese di aprile, per cui il clima freddo non può creare problemi.Il terreno dev’essere fertile e solo parzialmente umido. Ricordate che l’umidità del terreno delle piante in vaso, tende ad evaporare molto velocemente. Per questo motivo dovrete prestare molta attenzione affinché il terreno non diventi troppo secco. Attenzione però anche ai ristagni d’acqua che potrebbero compromettere la salute delle radici.Effettuate delle concimazioni verso la fine dell’inverno e in autunnoIl ciliegio nano fruttifica da maggio a giugno, a seconda della specie. Naturalmente, essendo un esemplare di dimensioni ridotte non potrà fruttificare come un ciliegio coltivato in piena terra.Inoltre, dovete tener presente che non sempre il vostro alberello produrrà frutti nei primi anni.Al momento dell’acquisto, quindi, prediligete piante già adulte.Se la pianta acquistata è molto giovane,  richiederà dai tre ai cinque anni per fruttificare.La posizione ideale per stimolare la produzione di frutti è al sole o a mezz’ombra. Evitate luoghi completamente all’ombra.