Casio Exilim EX-ZR400 e EX-ZR700

83
1134 0 Casio Exilim

Tra le macchine fotografiche Casio la serie più fortunata (e venduta) è quella delle Exilim High Speed, dispositivi compatti che permettono di scattare e filmare ad altissima velocità, ottenere interessanti effetti creativi e buoni risultati di ripresa in condizioni difficili. Di questa linea, la serie Exilim ZR si caratterizza per l’elevata velocità di risposta unita ad una serie di funzionalità che rendono queste fotocamere molto creative e semplici da utilizzare. Due delle ultime novità sono la Casio Exilim EX-ZR400 e EX-ZR700.La Casio Exilim EX-ZR400 è una fotocamera digitale compatta della serie High Speed con risoluzione da 16,1 megapixel, obiettivo grandangolare da 24 mm con zoom ottico 12,5x e display a colori con una risoluzione di 460.800 pixel. Grazie alla combinazione tra la tecnologia Quick Response (che permette di scattare in 0,99 secondi) e un autofocus molto veloce, oltre a un tempo di accensione estremamente rapido, è possibile fotografare i soggetti in solo 1,4 secondi. La batteria è a lunga durata e permette di scattare fino a 500 foto. Tra le funzioni più interessanti rientra la Triple Shot con la quale la EX-ZR400 acquisisce una serie di tre immagini con un unico scatto, una prima, una durante e una subito aver premuto il pulsante. Inoltre nella modalità “Premium Auto Pro” la fotocamera riconosce automaticamente il tipo di soggetto e determina le impostazioni più adatte.La Casio Exilim EX-ZR700 ha in comune con il modello ZR400 i 16 megapixel ma possiede un’ottica zoom 18x dotata di stabilizzatore ottico. Inoltre il suo display a colori ha una risoluzione di 921.600 pixel. Così come il modello precedentemente descritto, consente uno scatto triplo grazie al Triple Shot e monta la tecnologia Quick Response. Come l’altra fotocamera, possiede la funzione macro “All-in-focus”, che seleziona le aree a fuoco e raggruppa riprese in serie con impostazioni diverse di focus per ottenere una fotografia perfetta. Questa funzione consente quindi di mettere fuoco sia i soggetti in primo piano che gli oggetti e i paesaggi sullo sfondo, regolandone la nitidezza.