Fotografia – il panning

37
647 0 Fotografia   Il panning

Il panning è la tecnica fotografica utilizzata per “fermare” il soggetto in movimento facendo invece apparire mosso lo sfondo, dando così una sensazione di dinamismo; è molto usato ad esempio per le fotografie a veicoli in corsa, come atleti, automobili, cavalli, biciclette eccetera. Il panning è efficace quando nell´immagine si riesce ad avere non soltanto l´impressione del movimento ma anche il senso della direzione. Per applicare il panning, è necessario che il soggetto sia perpendicolare all´orientamento della fotocamera; la tecnica, molto difficile per i principianti, è quella di seguire con la fotocamera il soggetto in movimento, con una manovra che dovrà essere il più possibile fluida e in armonia col movimento del soggetto, e infatti di norma si inizia a seguirlo ancora prima di scattare per adeguare la propria velocità. Di solito si eseguono vari scatti in panning in modo da poter scegliere i migliori, perché sbagliare è estremamente facile. Naturalmente, nemmeno col panning è possibile rappresentare il soggetto in moto, soprattutto se umano, come perfettamente immobile, perché non tutte le parti vanno alla stessa velocità o seguono la traiettoria del movimento in modo regolare (ad esempio le gambe di un ciclista o le braccia di un corridore); risultati migliori, o comunque più nitidi, si hanno per i soggetti dove tutte le parti si muovono nello stesso modo o quasi, come le automobili, a parte i cerchioni. Per ottenere un buon panning è necessario anche agire sul tempo di esposizione, e anche qui la pratica la fa da padrone, consigliando le modalità più opportune; né troppo breve, altrimenti si perderà il senso di mosso dello sfondo e l´immagine risulterà nitida in ogni sua parte, né troppo lunga perché il movimento in cui si segue il soggetto è per forza limitato e l´angolo “buono” per lo scatto è a disposizione del fotografo per un tempo limitato.