Che cos’è l’hydrobike

158
946 0 In piscina  hydrobike

L’hydrobike è lo strumento usato per il cosiddetto acquacycling, anche se di solito si usa il suo nome anche per indicare lo sport. L’acquacycling è una sorta di spinning praticato in piscina che tonifica i muscoli e aiuta a perdere peso. I già elevati benefici dello spinning si abbinano ai vantaggi della pratica effettuata in acqua, con la resistenza del liquido in grado di sollecitare ancora di più muscoli e grasso. Nell’hydrobike l’acqua arriva circa alla vita, con spalle e testa che rimangono fuori. Le sessioni di acquacycling sono molto impegnative, a tempo di musica, e durano all’incirca tre quarti d’ora più una breve seduta di stretching in avvio. L’hydrobike permette di rassodare i muscoli e di allungarli, affusolando così gli arti, e i benefici non riguardano solo le gambe ma si estendono anche a braccia, addome e muscoli dorsali. L’hydrobike è anche piacevole (a detta di molti, più dello spinning) perché non c’è sensazione di sudore e l’acqua provoca un effetto idromassaggio particolare. L’hydrobike viene anche utilizzata nelle terapie riabilitative, soprattutto per quelle persone che hanno patito infortuni alle articolazioni. Rispetto al normale spinning e al ciclismo, infatti, grazie all’assenza di gravità e al comportamento dell’acqua, le ginocchia sono meno sollecitate. Con l’hydrobike anche uno sforzo elevato non comporta un aumento eccessivo delle pulsazioni: infatti la frequenza cardiaca si riduce di circa il 10% rispetto all’esterno, permettendo con più facilità di rimanere nella fascia aerobica e di perdere peso. Grazie alla resistenza dell’acqua si tratta di un allenamento più efficace, in grado di far perdere con un’ora di pratica ben 1350 calorie rispetto alle 700 di una sessione standard di spinning. Infine, ne trae benefici anche la colonna vertebrale che non è oggetto di sollecitazioni eccessive.