Aerei della seconda guerra mondiale: il Lancaster

163
894 0 Lancaster

Il principale bombardiere strategico della RAF durante la seconda guerra mondiale fu l’Avro 683 Lancaster, conosciuto oggi ancora come “Lancaster” e chiamato familiarmente “Lanc” o “Lankie”, entrato in servizio nel 1942 e prodotto in 7377 esemplari.Operante soprattutto di notte, il Lancaster fu uno dei bombardieri per antonomasia del secondo conflitto mondiale, frutto di un grande lavoro tecnico e industriale che lo resero uno degli aerei più decisivi per la vittoria finale alleata. Ancora oggi è uno dei bombardieri favoriti per i modellisti.Furono 31 bombardieri Lancaster, quelli dell’Operazione Catechism, ad affondare la Tirpitz, la punta di diamante della flotta nazista, un colosso lungo 241 metri e da 50.000 tonnellate, presso Tromsø, nei fiordi norvegesi ove si era nascosta; il 12 novembre 1944 i Lancaster lanciarono 29 bombe Tallboy e tre di queste colpirono la corazzata, affondandola. Ma il Lancaster si distinse in molte altre operazioni belliche fondamentali per le sorti della guerra, come la distruzione del viadotto di Bielefeld e quella delle dighe sui fiumi Möhne, Eder e Sorpe.Vennero prodotte moltissime versioni di Lancaster, molto simili tra di loro ma con armamenti e propulsori diversi.Il Lancaster aveva una lunghezza di 21,11 metri e un’apertura alare di 31,09 metri, era alto 6,25 metri e aveva una superficie alare di 120,5 metri quadrati. A vuoto pesava 16 tonnellate e mezzo, a pieno carico poco più di trenta tonnellate.Dotato di quattro motori Rolls-Royce Merlin XX da 1280 hp ciascuno per la propulsione, poteva raggiungere una velocità massima di 455 km/h e aveva un’autonomia superiore ai 4.000 chilometri. Per quanto riguarda gli armamenti, infine, era dotato di 8 mitragliatrici Browning calibro .303 e fino a 6.350 kg di bombe, oppure una Grand Slam da dieci tonnellate o una Tallboy da cinque tonnellate.