Yellowstone National Park

132

Il “birding” nel parco nazionale di Yellowstone, uno dei più famosi di tutti gli Stati Uniti, è un’attività praticata da molto tempo per la quantità e varietà delle specie presenti, tra cui il simbolo del Paese, l’aquila di mare dalla testa bianca.

Yellowstone, il parco nazionale più grande del mondo, si trova tra il Wyoming (principalmente), il Montana e l’Idaho, in una zona piuttosto ampia delle Montagne Rocciose. Dall’anno della fondazione di Yellowstone – il 1872 – a oggi sono state documentate 318 specie di uccelli, un risultato notevole considerando quanto l’ecosistema e le condizioni climatiche e geologiche di questa zona siano peculiari e, in gran parte, poco ospitali. Tra i geyser e le pozze di fango bollente, tra le praterie sconfinate e le foreste di conifere con un lussureggiante sottobosco, si possono avvistare molti esemplari che completano una fauna assai ricca da ogni punto di vista, come gli orsi neri americani, i temibili grizzly, gli alci, i bisonti, i coyote, per non parlare di puma, cervi, lupi, scoiattoli.

Per quanto riguarda il birdwatching, le specie più interessanti dell’avifauna locale sono appunto l’aquila dalla testa bianca, Haliaeetus leucocephala, il pellicano biancoPelecanus erythrorhynchos, nidificanti su alcune piccole isole nel bellissimo lago Yellowstone, il cigno trombettiere che ha rischiato di recente l’estinzione ma che ora è stato tutelato a dovere (Cygnus buccinator). E poi falchi pellegrini, poiane, astori, sparvieri, albanelle, falchi pescatori, le parule, il gheppio americano, il piro piro solitario e il piro piro macchiato, varie specie di picchio, il martin pescatore del Nordamerica, la gru canadese, la sterna di Forster. Molto ricca di avifauna è anche la limitrofa foresta nazionale di Shoshone, con falchi pellegrini, smerigli, gufi della Virginia, gazze, nocciolaie di Clark, aironi azzurri maggiori, oche del Canada, anatre di varie specie, fagiani, galli della salvia, tacchini selvatici.