Tecnica dello sbalzo su metallo

118
964 0 La tecnica dello sbalzo su metallo

Lo sbalzo su lastre di metallo sottili è un lavoro abbastanza semplice, che può dare grosse soddisfazioni sul risultato finale.Per acquisire una discreta tecnica bisogna, prima di tutto, conoscere gli strumenti indispensabili per svolgere il lavoro.Prima di tutto dovete procurarvi delle lastre in metallo. Le potete acquistare nei negozi di belle arti, nelle cartolerie più fornite e nei centri di bricolage.Si trovano in diverse misure, in fogli A4 e A3 o in rotoli. Ci sono anche diversi colori. Nel caso non siate soddisfatti del colore, potete colorare la lastra con dello spray e, solo successivamente, inciderla. Per far questo basta appoggiare un disegno sul rovescio e ripassarlo con una enna o una matita.Lo strumento indispensabile per fare un buon lavoro è il tappetino da sbalzo. Questo è normalmente compatto, ma cedevole alle pressioni dello sbalzo, assecondando il disegno. Volendo, potete usare anche una lastra di polistirolo.Per il vostro lavoro vi serviranno anche delle forbici. I fogli da sbalzo sono sottili e un normale paio di forbici affilate andranno benissimo. Fate solo molta attenzione a non tagliarvi sui bordi della lastra.Esistono poi una serie di punte e punteruoli che vi serviranno a dare forme diverse al vostro disegno. Il più usato è un punteruolo con una punta d’acciaio per ogni lato dell’impugnatura. Le punte terminano con una piccola sfera e sono più precise e pratiche di una semplice penna.Il martelletto da sbalzo ha una parte bombata per superfici più ampie e una parte appuntita per effettuare dei fori di dimensioni diverse.La spazzola, invece, si usa per fare delle “graffiature” sul lastra in metallo. Sono disponibili in commercio anche altri tipi di punte con forme differenti e adatte a diversi tipi di disegno.Una volta terminato il lavoro, potete decidere di rifinirlo con patine di diversi colori, da tamponare e sfumare sulla lastra.