Ninfea

282
1112 0 Ninfea

In ogni giardino acquatico non può mancare la ninfea. Questa è un bellissimo fiore acquatico perenne che si trova in natura sia in Europa che in Asia e anche in Egitto. La ninfea era addirittura venerata nell’antico Egitto, in India e in Cina. E’ considerata la regina dei laghetti.Esistono le ninfee rustiche e quelle tropicali.La ninfea rustica, come detto, è una pianta perenne, molto resistente, che predilige i laghetti e le zone palustri o comunque le aree dove le acque sono ferme o scorrono molto lentamente.Le specie rustiche sono caratterizzate quasi sempre da fiori bianchi. Le radici si ancorano al fondale e hanno un lunghezza che va dai 20 centimetri ai 2 metri. In questo modo, la pianta può sopportare bene anche temporanei abbassamenti del livello dell’acqua.Coltivare le ninfee rustiche non è difficile, anche se occorre un discreto spazio. Sono piante acquatiche coltivate prevalentemente come piante ornamentali ma hanno anche altre funzioni all’interno di un laghetto. Prima di tutto ogni laghetto dovrebbe essere coperto per almeno il 60 – 70 % da foglie. Questo per evitare una eccessiva illuminazione e il riscaldamento dell’acqua che provocherebbe la formazione di alghe verdi. Le ninfee con le loro grandi foglie assolvono a questo compito egregiamente. Inoltre, aiutano ad ossigenare il fondo del laghetto e riparano dal calore del sole eventuali pesci o animaletti acquatici.Le ninfee, per vegetare, hanno bisogno di una posizione in pieno sole e di acqua calda.La fase vegetativa inizia a fine inverno e aumenta nei mesi più caldi. Mentre, ai primi geli, la pianta riduce la sua crescita fino a fermarsi. Le ninfee possono resistere facilmente al gelo, ma è importante che i loro rizomi non siano a diretto contatto con il gelo.Ogni piante occupa circa un metro quadrato e può essere coltivata anche in contenitori, a patto che siano profondi almeno 30 centimetri e larghi circa 80 centimetri per lato.