La Major League

67
1311 0 La Major League

Il campionato di baseball più noto e importante al mondo è senz’altro la Major League Baseball nordamericana, che riunisce due diverse top league (American League e National League) da aprile fino a settembre. Quello che colpisce chi non conosce il baseball è, per prima cosa, il numero delle partite: ogni squadra delle due leghe disputa infatti durante ogni stagione ben 162 partite, questo perché si tratta di uno sport dove il dispendio fisico non è eccessivo a parte per il pitcher, che infatti viene cambiato da un match all’altro. La Major League venne fondata nel 1876 e conta 30 squadre, 15 per ciascuna lega (la National League è la più antica). Ogni lega è a sua volta suddivisa internamente, viste le grandi distanze negli Stati Uniti tra uno stato e l’altro, in East, Central e West, ognuna con 5 per lega. Le squadre dell’American League al momento sono Baltimore Orioles, Boston Red Sox, New York Yankees, Tampa Bay Rays, Toronto Blue Jays, Chicago White Sox, Cleveland Indians, Detroit Tigers, Kansas City Royals, Minnesota Twins, Houston Astros, Los Angeles Angels of Anahaeim, Oakland Athletics, Seattle Mariners e Texas Rangers; le squadre della National League sono invece Atlanta Braves, Miami Marlins, New York Mets, Philadelphia Phillies, Washington Nationals, Chicago Cubs, Cincinnati Reds, Milwaukee Brewers, Pittsburgh Pirates, St. Louis Cardinals, Arizona Diamondbacks, Colorado Rockies, Los Angeles Dodgers, San Diego Padres e San Francisco Giants, rispettivamente da est a ovest. I nomi delle squadre prevedono il designatore geografico e il nome di città per distinguere i team da analoghe compagini in altre discipline. All’inizio di luglio la stagione arrivata a metà si interrompe per tre giorni, durante i quali si disputa l’All-Star Game con i migliori giocatori delle due leghe. Alla fine della stagione ci sono le World Series, serie al meglio delle sette partite tra i campioni delle due leghe.