Iliade

54
1050 0 Iliade_ok

L’Iliade è uno dei più grandi poemi epici scritti da Omero (insieme all’Odissea) in cui si narra la vicenda della guerra di Troia.Durante i festeggiamenti per il matrimonio della ninfa Teti con Peleo, la dea della discordia Eris che non era stata invitata, per vendicarsi lanciò un pomo d’oro con sopra scritto “alla più bella”. Da qui iniziò una discussione tra Afrodite, Atena ed Era, che chiesero a Zeus di scegliere la più bella tra loro. Il re degli dei diede incarico a Paride, il più bel ragazzo troiano. A questo punto le tre dee, nel tentativo di corromperlo, gli offrirono dei regali. Paride scelse infine Afrodite che gli aveva promesso l’amore della donna più bella, la spartana Elena.Paride rapì Elena e la portò nella sua città. Da qui iniziò una lunga guerra. Achille ed Agamennone posero Troia sotto assedio per ben nove anni.Agamennone rapì Criseide, figlia di un sacerdote di Apollo e non volle restituirla anche dietro ripetute richieste. Il dio si vendicò mandando una pestilenza nel campo degli spartani. A questo punto Agamennone fu costretto a restituire la ragazza ma si prese una delle schiave di Achille. L’eroe visse ciò come un affronto e si ritirò dalla guerra mettendo in seria difficoltà Agamennone.I Troiani ripresero a vincere battaglia dopo battaglia iniziando a prendere il sopravvento. Ma Patroclo, amato da Achille, decise di presentarsi in battaglia con gli abiti dell’amico e, durante uno scontro, fu ucciso da Ettore che lo credeva davvero il nemico Achille.Appresa la notizia, Achille divenne una furia è vendicò Patroclo uccidendo Ettore e trascinandone il cadavere legato ad un carro nella polvere.Il padre di Ettore chiede la restituzione della salma e, Achille, che vide in lui il ricordo del padre, decise di concederglielo.Il destino della città di Troia era ormai segnato.