Le malattie delle rose – 1 parte

66
528 0 049 Le malattie delle rose 1^parte

Ci sono alcune malattie fungine ed alcuni insetti ed acari che colpiscono comunemente le rose.Primo fra tutti è lo Oidio (o Mal Bianco) che si può distinguere per la tendenza delle foglie a deformarsi diventando ondulate e dalla comparsa successiva di una polvere bianca che altro non è che un fungo. Normalmente si presenta dalla primavera all’autunno. Le piante più colpite sono quelle poco arieggiate e in situazioni di umidità.E’ necessario eliminare le foglie cadute che si trovano alla base della pianta e procedere ad una potatura (anche fuori stagione) per arieggiare la pianta ed eliminare le parti malate. Meglio trattare con prodotti adatti.La Ruggine è un’altra malattia molto comune che appare sulle rose nella stagione estiva e comunque in periodi caldi. Si presenta in un primo momento con delle puntinature arancio sulla parte inferiore delle foglie che in una fase successiva diverranno nere. Poco per volta, la malattia si estenderà, le foglie colpite ingialliranno fino a cadere e la pianta presenterà un aspetto decisamente sofferente. Anche per questa malattia è indispensabile eliminare le foglie cadute alla base della pianta e quelle malate. E’ necessario trattare con un prodotto adatto. La Ticchiolatura è una malattia provocata dall’acqua sulle foglie, normalmente a seguito di pioggia, irrigazione diretta sulle foglie o nebbia). Viene anche detta “macchia nera”. Infatti le foglie delle piante si coprono di macchie scure che, dapprima piccole, diventano più estese. La foglia ingiallisce e cade. La pianta è più colpita nei periodi primaverili ed autunnali, quando cioè il calore del sole non è ancora sufficiente ad asciugare rapidamente le foglie. E’ indispensabile eliminare le foglie cadute alla base della pianta, tenendo conto che il fungo resiste su di esse anche durante l’inverno. Asportate inoltre tutte le foglie che risultano malate e trattate con prodotti specifici.