L´evoluzione del calcio in Italia

104
10 0 Pallone e bandiera italiana

Importato dal Regno Unito, il calcio approda ufficialmente nella nostra penisola nel 1898 quando venne fondata la Federazione Italiana Football.Nello stesso anno si gioca il primo campionato italiano, disputato in un’unica giornata nel velodromo Umberto I a Torino e vinto dalla più antica società calcistica italiana, il Genoa Cricket and Athletic Club.Il primo campionato su scala nazionale è del 1913, anche se diviso in due raggruppamenti: quello settentrionale e quello del centro-sud.Ma il primo vero campionato a girone unico, che aprì le porte al calcio a livello professionistico in quanto, per la prima volta, venne riconosciuto ai calciatori un rimborso spese, fu giocato nel 1930.In questo modo l’Italia si allineò con le altre nazioni europee in cui già da tempo si giocava un campionato a girone unico; ma, allo stesso tempo, questa scelta fu letale per molte piccole squadre, escluse dalla competizione e condannate a un inevitabile declino.Con il trascorrere del tempo, il calcio è diventato non solo un fenomeno sportivo ma anche lo sport più popolare e praticato in Italia.Il calcio è entrato nel tessuto sociale del Paese, innescando accesi campanilismi ed eccessi pericolosi che sembrano annullarsi solo di fronte alla maglia azzurra della Nazionale Italiana.Di Eleonora Festari©iStockphoto.com/RapidEye