Il tight: l’eleganza maschile per eccellenza

54
1387 0 il tight leleganza maschile per eccellenza_ok.JPG

Il tight è senza dubbio l’abito d’eccellenza per lo sposo, uno spezzato che è sinonimo di eleganza e raffinatezza, l’abito da cerimonia per il giorno più esclusivo. Il suo nome deriva dall’espressione inglese ‘tight coat’, cioè giacca attillata, per gli anglosassoni il vero nome di questo abito è morning dress o morning coat, cioè un completo che si indossa esclusivamente di giorno, per cerimonie che si svolgono prima delle ore 18.La giacca deve essere colore grigio fumo di Londra, mai nera, è corta sul lato davanti, mentre dietro ha due code che scendono fino al ginocchio. Esiste anche nella versione corta, cioè di lunghezza classica con revere a lancia e allacciata con un solo bottone, chiamata mezzo tight. Il gilet è grigio chiaro ed il pantalone gessato, con taglio dritto e senza risvolto. La cravatta o il plastron abbinati alla mise sono grigi e la camicia ha il collo diverso a seconda dell’accessorio che si sceglie di indossare. Completano l’abbigliamento un cilindro grigio o nero e guanti di pelle.Secondo la tradizione lo sposo indossa il tight solo se la sposa è in abito lungo con strascico e velo e se la cerimonia nuziale viene celebrata prima delle ore 18. Il tight è per così dire obbligatorio in particolari occasioni mondane tra cui il Royal Enclosure dell’Ippodromo di Ascot.Non si conosce l’esatta origine di questo abito; secondo alcuni rappresenta una rielaborazione delle uniformi degli ufficiali della marina inglese del 1748 che avevano appunto delle code, anche se molto più probabilmente la sua origine è da ricercare nell’evoluzione della redingote, la classica giacca con le code che nel Settecento veniva indossata per montare a cavallo.Diventato un abito molto usato alla fine del XIX secolo, il tight era considerato particolarmente adatto per essere indossato a cavallo per via delle due code arrotondate della giacca. Ai giorni nostri è invece diventato il simbolo per eccellenza dell’eleganza maschile.