Fotografia

89
262 0 Fotografia

La genesi del nome stesso della parola fotografia deriva da una storia molto affascinante. L’unione della parole luce e scrittura in lingua greca danno origine a quella che si può definire come l’arte di scrivere con la luce. La creatività di questa forma d’arte è tanto fluida che anche la parola stessa viene utilizzata per indicare sia l’opera stessa che è stata prodotta, sia il supporto (che può essere di carta ma anche digitale) che la contiene.   Joseph Nicéphore Niépce è tradizionalmente il personaggio a cui viene attribuita l’invenzione di questa forma d’arte, la fotografia, ma vanno sottolineati anche tentativi precedenti come quello di Thomas Wedgwood.   In realtà la formulazione compiuta della fotografia avviene attraverso lo sviluppo parallelo di diversi perfezionamenti scientifici, come quelli dovuti allo studio della profondità del colore, della messa a fuoco delle ottiche etc.   In un primo momento fu forte il contrasto e la sovrapposizione che con la pittura, in quanto quest’ultima è sempre stata l’arte di ritrarre la realtà. Nel momento in cui interviene la fotografia a modificare questa convenzione, sarà l’arte a cambiare destinazione, andando a scandagliare qualcosa che la fotografia non può (o almeno non in senso convenzionale) scoprire, ovvero l’animo umano.   Oggi insieme al cinema possiamo definire la fotografia come l’arte propria del nostro tempo, questo grazie anche alla presenza sempre più accessibile di macchinette fotografiche. In questi ultimi periodi sono stati fatti anche degli esperimenti riguardanti la fotografia 3D, ma non si sa se questa sperimentazione avrà un vero futuro tra le masse. Solo una cosa è sicura, che il futuro continuerà a sorridere davanti ad un mezzo che ha ancora tanto da dare!