5 Luoghi da visitare per gli amanti del Trono di spade

309
Alcazar Siviglia

Fan del “Trono di spade”? Sono mesi che fate il conto alla rovescia in attesa dell’inizio dell’ottava e quasi sicuramente ultima stagione? Bene, ecco allora cinque luoghi simbolo della saga che proprio non potete non visitare. Croazia, Irlanda del Nord, Marocco e Spagna hanno ospitato alcune delle scene più suggestive della serie TV che ha tenuto incollati allo schermo milioni di telespettatori in tutto il mondo.

Se vi trovate in Croazia, allora, non potete proprio esimervi da una visita al Palazzo di Diocleziano a Spalato. Situato nel cuore della suggestiva città vecchia, il palazzo fu costruito tra il terzo e il quarto secolo d.C. e le sue mura inglobano tutto il centro storico. Questo luogo è indissolubilmente legato a Daenerys Targaryen e i suoi tre draghi.

A Strangford in Irlanda del Nord sorge il maestoso Castle Ward, alias Grande Inverno, la casa fortezza di Stato. In Irlanda è stato dichiarato patrimonio nazionale e merita senza dubbio di essere visitato.

Vale una visita in qualunque caso la cittadella di Essaouira, una delle principali attrazioni turistiche del Marocco. Fondata dai Cartaginesi è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Qui sono state girate le scene relative alla città di Assaporare, una delle città della cosiddetta Baia degli Schiavisti. Qui sono state girate anche le scene della liberazione dell’esercito degli Immacolati.

Stesso discorso vale per l’Alcazar di Sevilla in Spagna. Patrimonio dell’Unesco dal 1987, questo gioiello dell’architettura moresca con la sua inconfondibile atmosfera mediterranea è il set della Lancia del Sole nel cuore del Principato di Dorne, un dei regni meridionali di Westeros.

L’ultima tappa del nostro tour nei luoghi del “Trono di Spade” ci porta a Forte Manoel a Malta. È nei suoi giardini che si è svolta una delle scene più importanti della serie, ovvero, la decapitazione di Stark nei giardini del Grande Tempio di Baelor. La struttura risale al 1700 e fu edificata dai Cavalieri di Malta. Il monumento, purtroppo non è visitabile all’interno a causa dei gravi danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale, quindi bisognerà accontentarsi di vederla dall’esterno.